A 1000 domande una sola certezza: al referendum per due o tre SI si va, e si deve andare; in tutto questo, la sola certezza è che l'importante è votare SI ed il numero dei quesiti non conta!
Argomenti novità
Soggiornare nel Salento!
Il Meteo

JapiMeteoVolete sapere com'è il tempo da noi? Usate il nostro servizio meteo!

Stop al nucleare?

Tags/parole chiave: referendumnuclearecentraleacquaprivatizzazione

Una notizia improvvisa ed inaspettata

stop al nucleare

Navigando in Internet, mi imbatto in una notizia dal titolo “Nucleare, stop del Governo agli impianti”; incuriosita, clicco e leggo l'articolo che dice: “Il Governo blocca il progetto delle centrali nucleari, cercando di evitare il referendum previsto per il 12 giugno prossimo. C’è troppa attenzione sul tema, dopo la tragedia in Giappone. Così la maggioranza ha timore che gli italiani possano partecipare al quesito referendario per esprimere la loro contrarietà alla costruzione degli impianti sul terreno nazionale, raggiungendo il quorum. Ma soprattutto facendolo raggiungere anche al referendum che chiede di abrogare la legge sul legittimo impedimento. Vera preoccupazione del premier. La volontà della maggioranza non è quella di rinunciare alla partita nucleare ma piuttosto rimandare la questione a dopo le amministrative di maggio, che non si annunciano di certo facili. Stando a quanto riferiscono fonti vicine a Palazzo Chigi, dunque, il piano è solo rimandato.” Fonte: Il Fatto Quotidiano.

Dal titolo sembra una bella notizia, sin troppo bella per una antinuclearista convinta come me. Ma, rimanendo con i piedi per terra, senza per nulla dimenticare che il suolo che calpesto è italiano, mi chiedo:

  • A cosa è dovuto questo repentino cambiamento nella rotta impartita nei mesi passati dal nostro Governo che ha provocato il blocco dei fonti alle rinnovabili e la crisi per 100.000 addetti del settore?
  • E che fine fa il nucleare, quell'insana idea di impiantare sino a nove centrali di terza generazione e mezza sul suolo italiano?
  • E le popolazioni dei siti che erano stati scelti possono stare tranquille?
  • E' possibile che i politici gettino così facilmente la spugna (quando mai??), senza attendere neanche il responso referendario che potrebbe non raggiungere il quorum o dar ragione a chi il nucleare lo vuole per davvero?
  • Oppure si tratta di un atto che, per il termine di due anni prima di tornar a parlare del nucleare (il “periodo di riflessione” voluto dal Governo), voglia far decadere il referendum e- quindi- tornare all'attacco trascorsi i termini stabiliti entro i quali non si deve parlare più di questa brutta cosa?
  • Si tratta di una manovra furbesca per far decadere il voto referendario con lo scopo di rimandare solo di qualche mese l'avventura nucleare e servircelo nuovamente su un piatto di limoges?
  • O forse hanno scoperto che con il nucleare il quorum referendario sarebbe stato raggiunto e anche gli altri quesiti posti dal referendum sarebbero passati?
  • A chi fa comodo -e vuole guadagnare con- la privatizzazione dell'acqua?
  • Ed, ultimo ma non meno importante, il legittimo impedimento?
  • O -forse- il dietro front è dovuto anche in parte al raffreddamento dei rapporti con la Francia (fornitore di tecnologia nucleare all'Italia) che ha disconosciuto i documenti forniti agli immigrati francofoni sbarcati sulle coste italiane, impedendo loro -di fatto- di entrare in territorio francese?

Insomma, una notizia del genere lascia basiti ed increduli... da privato cittadino mi aspetterei maggiori spiegazioni.

Resta una sola certezza: al referendum per due o tre SI si va, e si deve andare; in tutto questo, la sola certezza è che l'importante è votare SI ed il numero dei quesiti non conta!


Documento scritto e/o curato da Beatrice
Data pubblicazione: 19/04/2011 (14:26)
Ultimo aggiornamento: 19/04/2011 (14:47)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

Società
Il menu del Post:
I più letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
Japigia di P.B. Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni e suggerimenti: Contattateci!
Copyright by Japigia.com 2000/2012
Partita IVA 03471380752 - REA CCIAA Le/224124
*** Questo Sito Web NON utilizza Cookie ***
Japigia.com: Un sito Internet ogni giorno diverso!