Finalmente al voto! Gli italiani sono chiamati a cambiare gli abitanti del parlamento. Ci sono buone possibilità che le cose cambino: ma gli italiani ne approfitteranno?
Argomenti novità
Soggiornare nel Salento!
Il Meteo

JapiMeteoVolete sapere com'è il tempo da noi? Usate il nostro servizio meteo!

Al voto, finalmente!

Tags/parole chiave: votoelezionitsunami tourmovimento

tsunami tour a roma

Finalmente, si vota! Non ce la facevo più a sentire politici di lungo corso dei più diversi partiti millantare crediti che non hanno mai avuto puntando sulla scarsa memoria degli Italiani. In verità, non ce la facevo più con questa gente!

Ormai siamo alla fine: questa sera è l'ultima prima del fatidico giorno in cui potranno riempire delle loro menzogne gli schermi televisivi; ho notato, però, una cosa: in questi ultimi giorni sono diventati tutti un po` più spiritosi, scherzano, dal palco, cercando di accattivarsi le simpatie degli elettori. Rimango sempre più convinto che è meglio un comico solo che cento pagliacci!

Ora mi chiedono il voto; me lo chiede quello che dice che “ha mantenuto la promessa di non dire puttanate durante la campagna elettorale”. Secondo lui io dovrei votarlo solo per quello... Me lo ricordo, quando è stato al governo, quei due anni di qualche anno fa, come ha messo le mani nelle mie tasche, incapace di sfruttare gli unici anni di contingenza positiva che il congiuntura internazionale ci aveva concesso.

E mi ricordo anche quello che ora dice di stare attenti a chi votiamo, quasi fosse un minaccia neanche molto velata. Le tasche mi dolgono ancora per i continui prelievi che sono stati fatti. Prima ha aumentato le rendite catastali e poi ha introdotto una tassa enorme sulla casa, facendo bene attenzione che la Chiesa e fondazioni a lui vicine non la pagassero. Come posso votarti per quello che hai fatto? Mi dispiace solo che, anche non votato, tu là ci rimani lo stesso! È la forza della nostra democrazia: talmente garantista che non possiamo liberarci di nessuno.

E mi ricordo anche di quello che negli ultimi cinque anni ha trasformato i luoghi di governo in ricettacolo di fuorusciti dell'avanspettacolo, soubrette e ballerine. Ma per favore... Come puoi chiedermi il voto? Mi ricordo di te anche con le leggine contro Internet, che volevi chiudere con le scuse più varie... Ora il diritto all'oblio, ora la privacy, ora la tutela del diritto d'autore. Solo per questo non meriti il mio voto! Anche se, ad essere sinceri, il desiderio di limitare Internet in Italia è un desiderio mai sopito di tutte le fazioni in gioco. Per ora mi godo la diretta su Youtube della serata finale dello Tsunami tour di Roma, alla faccia di chi voleva chiudere Internet!

Poi tutti a mettere paura: con “quello là” si va in Grecia; con “quello là” si esce dall'Europa; con “quello là” si esce dall'Euro... Ma, se l'Europa deve essere un modo per i paesi più forti di far valere le proprie ragioni a scapito di quelli più deboli, usciamo, finalmente, da questa Europa!

Non credo che il continente unito in questa maniera sia quello che i padri fondatori pensarono. E l'Euro è diventato sempre più un cappio stretto al collo degli europei che una moneta da tenere nel portafogli. E se poi era una cosa così buona, qualcuno mi può spiegare perché Danimarca e Gran Bretagna non ci sono mai entrate e l'ultima sta pensando -addirittura- di uscire dall'Europa unita?

Non so cosa potrà succedere votando il Movimento di Grillo, ma so esattamente cosa succederà votando i vecchi partiti: niente! Come sempre!

Niente di nuovo. Solo la vecchia politica stantia, fatta di “tecnici” o “politici” capaci solo di tutelare i propri interessi (e quelli di coloro che gli son vicini), senza trasparenza ed alla faccia degli elettori. Elettori che hanno legittimato i politici con il voto ma le cui leggi e attività sono state sempre contro il popolo. Per la destra, la soluzione sono tagli e tasse; per la sinistra tasse e tagli. Il centro non si pronuncia ma probabilmente vorrebbe limitare la spesa ed aumentare le entrate.

Ora basta: non avrete più il mio voto. Voterò il nuovo: sono convinto che sia meglio un giovane incompetente che un politico competente di quelli che hanno governato questo paese per gli ultimi 30 anni con questi risultati. Sarà veramente facile, per chiunque, fare meglio. Molto meglio.

Letture collegate sul nostro Circuito

Altro su Blog di Japigia.com:

Beppe Grillo a Lecce: Sintesi dello tsunami tour di Grillo a Lecce.

Intervista a Grillo: Apriremo il Parlamento come una scatola di tonno .

Data pubblicazione: 22/02/2013 (19:01)
Ultimo aggiornamento: 22/02/2013 (19:11)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

Società
Il menu del Post:
I più letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
Japigia di P.B. Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni e suggerimenti: Contattateci!
Copyright by Japigia.com 2000/2012
Partita IVA 03471380752 - REA CCIAA Le/224124
*** Questo Sito Web NON utilizza Cookie ***
Japigia.com: Un sito Internet ogni giorno diverso!