Nel nostro paese cè una libertà democratica o stiamo vivendo in un regime di soffice dittatura.
Argomenti novità
Soggiornare nel Salento!
Il Meteo

JapiMeteoVolete sapere com'è il tempo da noi? Usate il nostro servizio meteo!

L'Italia è libera?

Tags/parole chiave: libertà di stampaitalianotiziebavaglio

Ma in Italia c’è libertà?

liberta di stampa

Una delle domande che mi pongo più di frequente è se nel nostro paese c’è una libertà democratica o stiamo vivendo in un regime di soffice dittatura.

Certo che se consideriamo la “libertà dal bisogno” (bisogno di lavorare, di vivere in maniera degna, etc) possiamo ancora non dirci veramente liberi. Molti, specialmente giovani, sono costretti a lasciare le proprie famiglie, i luoghi dove sono nati per poter lavorare. Sono liberi di andarsene, ma non liberi di lavorare e mettere su famiglia nel posto dove vivono. E questo, per me, non è libertà.

Se poi ci mettiamo la “libertà di opinione” possiamo dire che ciascuno è libero sino a quando non pesta i piedi degli interessi “forti”... In questa settimana sono stati eseguiti tanti arresti tra coloro che hanno partecipato agli scontri in val di Susa; possiamo dire che costoro non hanno la libertà di dissentire dalla realizzazione di un’opera pubblica potenzialmente dannosa ed inutile.

Se ci mettiamo la “libertà di stampa” possiamo dire che ogni giornalista per essere tale deve essere iscritto ad un ordine voluto durante il regime fascista ed in periodo di guerra. In caso contrario (o se si scrivono cose “scomode”) ci si può veder incriminati per “stampa clandestina”, come è successo ad un blogger siciliano.

E se consideriamo i vari tentativi di mettere un bavaglio alla rete da parte della nostra politica (tentativi fatti da destra come da sinistra con varie leggi e leggine che hanno scatenato le proteste degli utenti Intenret italiano) le cose non vanno certamente meglio.

E` di oggi l’uscita di ”Reporter senza frontiere”  che annualmente tiene una statistica sulla libertà di stampa nel mondo e qui la situazione è addirittura certificata: l’Italia è uno degli stati che destano preoccupazione. Si trova al 61.mo posto della lista!

Prima di noi ci sono nazioni di cui proprio non si sospetterebbe la libertà di stampa da loro concessa: ci sono Romania (al 49.mo posto), il Gana (al 41), l’Ungheria (nonostante le ultime notizie si piazza al 40,mo posto!), l’Uruguay (al 32,mo). Ma ci sono anche Cipro (al 16), l’Islanda (la “fallita” Islanda, al 6!) e l’Estonia (ex paese del blocco Sovietico, al 3!). Lascio a voi l’onere di scoprire chi occupa i primi due posti del podio.

Per farla breve, siamo il fanalino di coda dei principali paesi dell’Unione!

Mi chiedo: quando ci sarà per noi una Primavera Italiana? Ma, forse, non siamo ancora liberi d’averla...


Documento scritto e/o curato da Franco
Data pubblicazione: 27/01/2012 (15:53)
Ultimo aggiornamento: 30/01/2012 (14:58)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

Società
Il menu del Post:
I più letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
Japigia di P.B. Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni e suggerimenti: Contattateci!
Copyright by Japigia.com 2000/2012
Partita IVA 03471380752 - REA CCIAA Le/224124
*** Questo Sito Web NON utilizza Cookie ***
Agriturismo Salento: il sito delle vacanze!