Estate 2012: come ogni anno il Salento torna a bruciare, condannato dall'incuria di cittadini, enti ed istituzioni, sacrificato sull'altare di un business inesistente: il turismo...
Argomenti novità
Soggiornare nel Salento!
Il Meteo

JapiMeteoVolete sapere com'è il tempo da noi? Usate il nostro servizio meteo!

IlSalento brucia di nuovo

Tags/parole chiave: salentoincendiestatecaldofiamme

Il Salento brucia...

incendi e incuria

Ma basta... Ogni anno, in estate (ma anche in altre stagioni) è sempre la stessa storia: il Salento, la nostra Terra, brucia.

E così, giusto per riassumere, martedì 2 agosto brucia Marina Serra, in quel di Tricase. Per spegnere le fiamme si alzano in volo i Canadair (meno male che esistono...). Qualche giorno prima, il 19 di luglio, erano andati in cenere e fumo ben 25 ettari di “area protetta” (e meno male che era “protetta”...) nel comune di Specchia, nel Basso Salento. Una delle aree più suggestive del “Tacco d'Italia”, a quanto pare “era”...

incendi e incuria

Due giorni prima, e siamo al 17 di luglio, era andata a fuoco la pineta di Santa Vennardia, in agro di Gallipoli. Si tratta della pinetina che lambisce la statale che, da Gallipoli, porta a Leuca e che separa la strada dai lidi a sud di Gallipoli. Un altro bel pezzo di Salento che se ne va, per sempre. Strade e pinete non sembrano andare molto d'accordo: le prime, perché frequentate da automobilisti fumatori e le seconde perché, col caldo, bruciano con troppa facilità...

incendi e incuria

Per non parlare del 18 luglio, quando un enorme dispiegamento di mezzi e uomini è stato indispensabile per domare le fiamme di una vasta area di pineta e macchia mediterranea intorno a Santa Cesarea Terme: un altro pezzo di Salento perso per sempre!

incendi e incuria

Ma non basta la cronaca: dovunque si passi, a piedi o in macchina, non c'è luogo che non sia stato lambito dalle fiamme: e così, facendo una piccola escursione tra i canaloni di Matino, vediamo che tutti i cespugli sono stati arsi... E, sempre nella stessa area, alcuni alberi di ulivo sono stati dati alle fiamme, stranamente sprigionatesi dal loro stesso tronco. Cosa, in sé, molto, molto anomala.

Di chi è la colpa di tutto questo?

Certamente di quei fumatori che gettano la cicca fuori dal finestrino, pensando che fuori ci sia un comodo posacenere per il loro inutile vizio: mi piacerebbe apostrofarli come meritano... Ma anche di coloro che dovrebbero controllare i margini delle strade in modo che non si riempiano -come accade- di sterpaglie che prendono fuoco con estrema facilità.

incendi e incuria

A farne le spese, infine, è un intero territorio che riscopre una vocazione turistica credendo che l'intero ecosistema sia a disposizione e possa essere sacrificato sull'altare di un business inesistente. Il “turismo” per un solo mese all'anno (agosto, se va bene) non è business: è prendersi in giro!

incendi e incuria
Letture collegate sul nostro Circuito

Altro su Blog di Japigia.com:

Casarano in fiamme: Incendo il località Vora a Casarano.

Incendio al Canalone: Incendio di Ferragosto al Boschetto di Casarano.

Porto Selvaggio a fuoco!: La piaga degli incendi estivi: Porto Selvaggio a fuoco.


Documento scritto e/o curato da Franco
Data pubblicazione: 03/08/2012 (14:36)
Ultimo aggiornamento: 05/08/2012 (14:49)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

Ambiente
Il menu del Post:
I più letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
Japigia di P.B. Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni e suggerimenti: Contattateci!
Copyright by Japigia.com 2000/2012
Partita IVA 03471380752 - REA CCIAA Le/224124
*** Questo Sito Web NON utilizza Cookie ***
Personaggi salentini su japigia.com