Argomenti novità
Soggiornare nel Salento!
Il Meteo

JapiMeteoVolete sapere com'è il tempo da noi? Usate il nostro servizio meteo!

Porto Selvaggio a fuoco!

Tags/parole chiave: incendifuocoparco naturaleporto selvaggioincendi estivi

22/07/09: fiamme a Porto Selvaggio

il fuoco

Non è la prima volta che ci occupiamo di incendi, una vera piaga che affligge il pianeta e che rischia di ridurre in cenere i pochi polmoni verdi rimasti.

E' una maledizione che affonda le radici nell'incuria della gente, nella speculazione, nell'incapacità degli organi preposti di tutelare il già risicato patrimonio verde e nell'ignoranza di quella parte della popolazione che non capisce -o fa finta di non capire- che quello che lascerà ai propri figli è il mondo che sta creando oggi con le proprie mani.

Una sigaretta e via!

Vi è mai capitato di essere incolonnati in auto e di vedervi scaraventare addosso un mozzicone di sigaretta acceso? A me, spesso! Ed è un'usanza sempre più diffusa; in pratica succede che fumo e siccome sono un lobotomizzato, il fumo mi piace ma non gradisco spegnere la cicca nel posacenere della mia utilitaria. Anche perché, poi, devo prendermi il fastidio di svuotarlo!

Quindi perché non catapultarlo fuori dal finestrino, magari in faccia di quelli che mi stanno dietro?

Ed è così che quel mozzicone di sigaretta, acceso, rotolando rotolando, finisce tra le erbe secche e riarse dal sole del margine della strada. Le stoppie secche sembrano benzina: si incendiano in un attimo! Non di rado capita di vedere i margini delle strade arsi dal fuoco e, se oltre i margini c'è un bosco o una pineta, anche quest'ultimo ne seguirà la sorte!

Ma la gente non capisce o fa finta di non capire...

Porto Selvaggio

Porto selvaggio è uno dei polmoni verdi della nostra provincia. E stato eletto a parco naturale regionale; si estende per parecchi ettari sulle coste del comune di Nardò, a nord della stupenda Santa Caterina, località balneare e meta di migliaia di turisti estivi.

Il caldo dell'estate trasforma il bosco in un ambiente dove il forte odore di resina si confonde con il dolce odore del mare. Rupi a picco sul mare nascondono calette incantevoli arricchite da fondali incredibili.

Negli anni 80 vi furono tentativi di speculazione edilizia che -per fortuna- non hanno avuto esito anche se questo costò moltissimo alla comunità neretina.

Ieri sera, poco prima delle 20, qualcuno si è preso una misera rivincita. Un piromane ha appiccato il fuoco al parco naturale. Un divertimento che, grazie al caldo di questi giorni, non ha tardato a distruggere vaste aree di bosco, lambendo addirittura alcune abitazioni.

Ben quattro squadre di vigili del fuoco sono state impegnate per arginare l'incendio ed evitare che il danno si estendesse.

C'è poco da fare: se continuiamo così, tra incendi dei pochi boschi rimasti, centrali nucleari, a carbone e biomasse, rifiuti ed immondizia ovunque, discariche legali e cave trasformate in immondezzai illegali, il mondo del futuro non sarà proprio un bell'ambiente in cui vivere.

Ma la gente non capisce o fa finta di non capire...

Letture collegate sul nostro Circuito

Altro su Blog di Japigia.com:

Incendio al Canalone: Incendio di Ferragosto al Boschetto di Casarano.

Data pubblicazione: 23/07/2009 (16:51)
Ultimo aggiornamento: 22/11/2017 (10:56)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

Ambiente
Il menu del Post:
I più letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
Japigia di P.B. Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni e suggerimenti: Contattateci!
Copyright by Japigia.com 2000/2012
Partita IVA 03471380752 - REA CCIAA Le/224124
*** Questo Sito Web NON utilizza Cookie ***
Agriturismo Salento: il sito delle vacanze!