Argomenti novità

Recupero files

Tags/parole chiave: recover deleted filesrecupero file cancellatipartizioni ext3recupero informazioni

Basta una semplice distrazione

Stavo beatamente sfogliando i miei documenti quando mi si sono intorcinate le dita ed ho premuto, non volendo, contemporaneamente uno shift ed un canc ed un return! Un file di testo che conteneva informazioni importanti che, chiaramente, non avevo ancora salvato su CD è andato in fumo! Arrgggh... che faccio, ora?

Inutile provare a ripristinare le informazioni cercando ci fare mente locale e concentrarmi sul contenuto del file. Inutile sperare in una copia di backup che Kate crea dopo aver acceduto, l'ultima volta al file: ho, già da tempo, disabilitato quella funzione. Quel file mi serve, come posso fare?

Faccio una rapida ricerca su Internet e trovo una notizia sconfortante: se il file system è di tipo Extended versione 3 (EXT3), in caso di cancellazione, non esiste possibilità di recupero. In merito a questo problema uno degli sviluppatori di questo file system riferisce che, per permettere ad EXT3 di recuperare correttamente un file dopo un crash di sistema -questo file system è, infatti, di tipo journaled- riempie di ZERO il blocco dei puntatori dell'inode. Quindi, nessuna possibilità di recupero.  Tuttavia, Andreas Dilger, lo sviluppatore, riferisce che l'unica speranza per il recupero del file è fare un GREP del disco, cercando una frase o una parola contenuta nel file cancellato...

Un GREP? E come?

Il comando grep mostra, se lanciato in relazione ad un file, tutte le righe del file che contengono una parola usata come campione. La stessa cosa si può fare lanciando il comando in scansione sull'intera partizione, usando il file speciale che la rappresenta /dev/sda1 (ad esempio).

Pertanto, voglio provare questa strada e lancio il comando, la cui esecuzione può anche essere moooolto lunga (e bisogna essere root per farlo):

# grep --binary-files=text -30 "testo da trovare" /dev/hda1 > output.txt

Dove -30 specifica il numero di righe prima e dopo da raccogliere e testo da trovare è la frase (precisa) che era contenuta nel file che sto cercando; /dev/sda1 la partizione dove il file risiedeva fisicamente mentre output.txt il file dove verranno raccolti i brandelli che corrispondono al campione impostato. Consiglio di salvare questo file su un disco o una partizione diversa da quella in cui si ricerca.

Trepido un po' durante l'esecuzione ed ecco che, dopo una decina di minuti, il file di output.txt comincia a riempirsi di contenuti: il testo che avevo perso! Grande Linux!


Documento scritto e/o curato da Franco
Data pubblicazione: 24/06/2007 (21:26)
Ultimo aggiornamento: 24/06/2007 (21:26)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

Linux
Il menu del Post:
usate firefox: il migliore
I pi¨ letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
Japigia di P.B. Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni e suggerimenti: Contattateci!
Copyright by Japigia.com 2000/2012
Partita IVA 03471380752 - REA CCIAA Le/224124
*** Questo Sito Web NON utilizza Cookie ***