Argomenti novità
Soggiornare nel Salento!
Il Meteo

JapiMeteoVolete sapere com'è il tempo da noi? Usate il nostro servizio meteo!

Parliamo di Italia.it

Tags/parole chiave: italia.itinternetturismoportali turistici

Come si fanno le cose

Ma come si fa a starsene zitti? Personalmente mi ero ripromessa di non dir nulla, di lasciar stare, di non parlare di ciò che viene fatto da altri... Farmi i fatti miei, insomma.

Ma, caspita, si tratta di qualcosa che riguarda il mio lavoro: realizzo portali e siti Internet e mi piace mettere il naso in quanto viene realizzato da altri, per pura curiosità. E, sempre per pura curiosità, mi piace sapere quanto costano i servizi offerti dagli altri e con quali tecnologie sono stati realizzati.

Leggo sul mio aggregatore di notizie: Italia.it costerà molto di più. Ma quanto di più?

E' necessario premettere che il portale del turismo Italiano voluto dal governo con il desiderio di incentivare e promuovere lo sviluppo turistico nel nostro paese ha battuto molti record. Tra questi ci sono, certamente, il più lungo periodo di gestazione ed il costo -a dir poco assurdo: 40 milioni di Euro!- della sua realizzazione. Oggi, stando alla folle notizia estiva diffusa sui principali blog di ninformazione in Rete, il costo sale a quasi 60 milioni di Euro!

Come professionista del settore, non riesco a capacitarmene. Non riesco a capire quali incredibili servizi possano essere nascosti dietro un portale dal costo così esorbitante: si tratta, se non è ben chiaro, di quasi 120 miliardi delle vecchie lire!

Per permettere a Voi che leggete queste pagine di conoscere al meglio questa vicenda, allego una lista dei Blog che, nel bene e -soprattutto- nel male, hanno dato risalto a questa incredibile -e tutta italiana- vicenda [politica]:

ScandaloItaliano: Il sito segue dall'inizio la vicenda. Ha fatto analisi e verifiche sia sull'usabilità sia sulle informazioni che riporta e... non mancano le sorprese!

Repubblica: uscì qualche tempo fa con un articolo che gridava allo scandalo. Nel tempo hanno fatto seguito altri aggiornamenti tra cui questo articolo che reca la notizia di un clone costato ZERO Euro al suo autore.

ZeusNews.it: ne dà una notizia composta e obiettiva.

Ne ha parlato anche Beppe Grillo nel suo blog.

Sarebbe meglio se...

Ritengo che ciascuno debba fare il suo mestiere. Il governo dovrebbe governare (cercando di farlo il meglio possibile) e non fare siti web; allo stesso modo le province, le regioni ed i comuni dovrebbero promuovere i territori nelle sedi più opportune -le fiere internazionali, ad esempio, precluse gli alti costi ai piccoli operatori turistici- e lasciare ai professionisti (quelli veri...) il compito di usare la Rete e le nuove tecnologie.

Inoltre, è bene non dimenticare mai che Internet e le sue tecnologie sono, sempre, a basso costo o, come succede nell'Open Source, a costo zero per gli utilizzatori; al contrario, nella pubblica amministrazione, sembra quasi che la volontà di ricorrere alle nuove tecnologie sia spinta, soprattutto, dal desiderio di far uscire denari pubblici non altrimenti utilizzabili; ciò che viene realizzato, alla fine, è, spesso, qualcosa di inutile e malfunzionante che, certamente, sarà ricordato più per il suo costo che per il positivo impatto sociale.

Detto questo, mi consola pochissimo sapere che Italia.it usi una macchina Linux ed un server web Apache 2.0.46...

Data pubblicazione: 12/08/2007 (12:40)
Ultimo aggiornamento: 05/12/2017 (15:14)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri (1 follow-up).

Internet
Il menu del Post:
I più letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
Japigia di P.B. Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni e suggerimenti: Contattateci!
Copyright by Japigia.com 2000/2012
Partita IVA 03471380752 - REA CCIAA Le/224124
*** Questo Sito Web NON utilizza Cookie ***
Le foto di Lecce su Japigia.com