Addio libertà in Internet, sacrificata da inutili teofanie parlamentari in onore -probabilmente- di danarosi amici.
Argomenti novità
Soggiornare nel Salento!
Il Meteo

JapiMeteoVolete sapere com'è il tempo da noi? Usate il nostro servizio meteo!

Net Neutrality

Tags/parole chiave: net neutralityreteinternetliberta

Scacco alla libertà

net neutrality

Il lupo perde il pelo ma non il vizio... anche se quel lupo si trova al parlamento europeo e non in quello italiano!

Oggi parliamo di “Net Neutrality”. È una parola inglese (siamo talmente esterofili che importiamo di tutto) che vuol dire che la rete non deve influire sulla consegna delle informazioni; secondo questa “traduzione” un sito internet pubblicato da un semplice cittadino residente alla periferia di un piccolo paesino di una lontana provincia europea ha le stesse probabilità di essere visto di quelle di un megaportale internet pubblicato da una danarosa azienda di una delle capitali più ricche del nostro continente.

In pratica, nella sfida tra due ipotetici “Davide e Golia” di Internet la vittoria di Davide o di Golia non dipende certamente dal “cavo” con cui sono veicolate le informazioni.

A me e molti altri sembra giusto. Per molti politici italiani potrebbe essere vero il contrario: il “Davide” della rete non ha diritto a pubblicare le sue informazioni se, di fronte a lui, c'è un Golia ricco di soldi e potenza.

E in base a questo poco equo desiderio, la presidenza italiana in Europa ha deciso di presentare la sua proposta sulla “Net Neutrality” (proposta, di cui, sinceramente, ne avrei fatto a meno).

Sentite cosa viene scritto (in Inglese, siamo esterofili...) in una delle ultime pagine del documento:

traffic management measures that block, slow down, alter, degrade or discriminate against specific content, applications or services, or specific classes thereof could be permitted in four scenarious, namely court order or legislative obbligations; network security and integrity, temporary congestion control; on the request of a user

Il che, tradotto nella lingua di Dante vorrebbe dire:

“Misure per la gestione del traffico che blocchino, rallentino, degradino o discriminino alcuni specifici contenuti, applicazioni o servizi o specifiche classi di essi e che possano essere ammesse in quattro scenari: ordine del tribunale, obblighi di legge, sicurezza ed integrità della rete, controllo della congestione temporanea...”

In pratica, nessuna garanzia per i contenuti.

Il tuo sito è tacciato di “intasare” la rete? Lo blocchiamo... I tuoi argomenti, testi e documenti sono scomodi? Li blocchiamo con un ordine del tribunale. Hai un blog? Facciamo una legge ad hoc che chi ha un blog possa usufruire di una connessione al massimo di 10 caratteri al minuto...

Addio libertà in Internet, sacrificata da inutili teofanie parlamentari in favore -probabilmente- di danarosi amici.

Internet, che poteva essere uno strumento di sviluppo e lavoro, viene così seviziata, stuprata ed abbandonata da personaggi che si vantano di essere stati eletti da un popolo che non ha dato alcun mandato per questa vigliaccata.

Purtroppo, le alte percentuali di assenteismo alle elezioni di domenica scorsa confermano che il popolo non si sta accorgendo di nulla e preferisce non andare a votare per fare dispetto ai politici. Ma si può essere più idioti di così?


Documento scritto e/o curato da Franco
Data pubblicazione: 25/11/2014 (19:29)
Ultimo aggiornamento: 25/11/2014 (23:07)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

Internet
Il menu del Post:
I più letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
Japigia di P.B. Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni e suggerimenti: Contattateci!
Copyright by Japigia.com 2000/2012
Partita IVA 03471380752 - REA CCIAA Le/224124
*** Questo Sito Web NON utilizza Cookie ***
Japigia.com: Un sito Internet ogni giorno diverso!