Argomenti novità
Soggiornare nel Salento!
Il Meteo

JapiMeteoVolete sapere com'è il tempo da noi? Usate il nostro servizio meteo!

Bambole non c'e' una Lira

Tags/parole chiave: liraeuromoneteinflazionecarovita

C'era una volta la Lira

In quel tanto lontano sabato del 16 aprile del 1977 la RAI metteva in onda uno spettacolo di varietà con un titolo tanto semplice, leggero, che nessuno poteva immaginare che, da li a 25 anni scarsi, sarebbe diventato una realtà. Per tutti. Oggi non c'è più nemmeno una lira: ci sono gli Euro e non è la stessa cosa.

Mi sembra di sognare quando ricordo gli anni della benzina a 100 lire e le code, lunghissime, di quell'estate del '73 quando arrivò a 300. Ricordo anche le mille lire al litro dell'Italia dei mondiali del 1982. Oggi sembra quasi lo stesso prezzo, ma non è la stessa cosa: si tratta di millesimi di Euro!
una manciata di monetine

L'Euro, sempre lui! Abbiamo le tasche piene di monetine pesanti che noi italiani non abbiamo mai amato! Le si regalava ai bambini, quelle belle, pesanti e lucenti cento lire! Valevano più come metallo che come moneta, se le vendevi a peso. Forse, senza rendercene conto, eravamo il solo paese occidentale dove il valore intrinseco del metallo superava quello legale! Ve le ricordate le 50 e le 100 lire? Belle, lucide, pesanti, indistruttibili. Ricordo che sul finire degli anni settanta non se ne trovavano in circolazione e furono soppiantate dai miniassegni, assegni circolari di piccolo importo, emessi da grandi banche. Ed era sicuro che monete non se ne trovavano: voci di popolo recavano notizie di continui sequestri alle frontiere di intere autobotti contenenti le belle monetine: venivano esportate per realizzare le casse degli orologi.

Ma oggi abbiamo l'Euro!

A distanza di alcuni anni dalla sua introduzione non so ancora se considerarmi felice o un povero disgraziato. Sino a pochi anni fa quando avevi centomila lire in tasca ti si riempiva la bocca a dirlo! Beh, erano sempre centomila lire, una cifra! Oggi se dici che c'hai 50 Euro sei quasi un morto di fame. Certamente, non ci fai neanche il pieno e, alcune sere fa li abbiamo spesi quasi tutti per due pizze, qualche antipasto e due birre. Roba da impazzire: quasi centomila lire per una cena!

Però in compenso abbiamo tante monetine, che diventano subito nere, tanto da farci la pubblicità dei detersivi. Se le tieni in mano per un po' di tempo la pelle comincia a puzzare di ossido. Non riesco a capire di che materiale siano fatte e, soprattutto, perché, negli Stati Uniti, il paese forse più ricco e potente al mondo ancora si ostinino ad usare il Dollaro di carta. Perché, noi abbiamo l'Euro in monetina, che spendi con leggerezza (ehi, sono duemila lire!) mentre gli Americani possono godersi il prezioso dollaro di carta che vale meno dell'Euro e non ti buca neanche le tasche dei pantaloni!
fruscianti dollaroni

A, quasi dimenticavo: ci sono anche i due Euro in monetina. Sino a pochi anni fa c'era un verde Bellini che ti guardava mentre spendevi. Ma erano altri tempi.

Data pubblicazione: 05/07/2007 (21:41)
Ultimo aggiornamento: 31/08/2012 (13:00)


Condividi questo documento su Facebook...

 

I commenti a questo post

Lascia un commento o leggi quelli scritti dagli altri .

Economia e fisco
Il menu del Post:
I più letti! novità
ContattaciPreferitiHome page RSS
Japigia di P.B. Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni e suggerimenti: Contattateci!
Copyright by Japigia.com 2000/2012
Partita IVA 03471380752 - REA CCIAA Le/224124
Cerca un luogo del Salento su japigia.com